Pacchetti

Immagini (5)
Programma
Tariffe
Altro
Informazioni

ALESSANDRIA PREZIOSA - ITINERARIO 1 ALESSANDRIA

21/03/2024 - 06/10/2024
3 GIORNI / 2 NOTTI
Via san lorenzo 21, Palazzo Monferrato, Alessandria
Culturale


Descrizione attività

La mostra Alessandria Preziosa. Un laboratorio internazionale al tramonto del Cinquecento (21 marzo – 6 ottobre 2024, Palazzo del Monferrato di Alessandria), in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, ha al centro la città di Alessandria e il suo territorio e ne racconta la civiltà creativa tra Cinque e primo Seicento, focalizzandosi in particolare sulle arti suntuarie, a ridosso dell’avvento del Manierismo internazionale negli anni della Controriforma cattolica. Per questo l’esposizione non termina all’interno della sale di Palazzo Monferrato, ma vuole essere itinerante e si estende in alcuni luoghi di cultura della provincia di Alessandria, il cui patrimonio artistico – coerente con il tema della mostra - non è stato spostato per essere esposto, ma viene invece segnalato come oggetto di visita ad hoc a tutti i visitatori di palazzo Monferrato.

Programma

Giorno 1

Arrivo in Alessandria nel pomeriggio e tempo a disposizione per visitare la mostra Alessandria Preziosa a Palazzo Monferrato.

Alessandria preziosa si articola in sette sezioni composte da circa ottanta opere, in cui protagoniste sono le sculture in metallo prezioso, evidenziando il ruolo determinante svolto dalle arti suntuarie, dall’oreficeria alla toreutica, dall’arte degli armorari all’intaglio delle pietre dure. L’obiettivo della mostra è duplice: da un lato delineare l’avvento del manierismo internazionale foriero di un nuovo senso della realtà e della forma, attraverso una selezione di oreficerie e oggetti in metallo, ma anche dipinti su tela e tavola e sculture in legno e marmo che meglio dialogano con le arti preziose; il secondo focus del progetto è quello di mostrare e dimostrare come l’attuale territorio della provincia di Alessandria fosse luogo di convergenza di forze e culture diverse, che non sfiguravano al confronto di altre più gloriose città padane, ma anzi rappresentava una felice eccezione, in cui influenze nordiche si misuravano con quelle provenienti da Firenze e Roma.

A seguire passeggiata nel centro storico della città e Wine Cocktail Experience per scoprire uno dei 5 drink realizzati con i vini più famosi della provincia di Alessandria: Dolcetto di Ovada, Derthona Timorasso, Cortese Gavi, Grignolino e Brachetto d'Acqui (in collaborazione con le Enoteche Regionali della Provincia di Alessandria).
Cena libera e pernottamento in hotel 4 stelle centrale.

Giorno 2

La mostra Alessandria Preziosa, un laboratorio internazionale al tramonto del Cinquecento prosegue il suo percorso espositivo ad Alessandria all’interno di Palatium Vetus, l’antico palazzo comunale della città medievale, attualmente sede della Fondazione CRA. In modo autonomo oppure attraverso visite guidate il visitatore può scoprire, a pochi passi da Palazzo Monferrato, una realtà museale con dipinti rappresentativi ed interessanti del territorio alessandrino coevi alle opere esposte ad Alessandria Preziosa. In particolare, al piano superiore del Broletto della Fondazione CRA i dipinti, che dalla metà del Cinquecento al primo Seicento fanno parte della sua collezione, dialogano con i capolavori della mostra, offrendo l’opportunità di una visita gratuita ai tanti preziosi manufatti, alcuni dei quali concessi in prestito per l’esposizione di palazzo Monferrato, come Santa Margherita o la devota immagine della Madonna di Crea entrambe del pittore Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. Da Gaudenzio Ferrari con la raffigurazione di Cristo e la Samaritana, una scelta iconografica precisa rispetto alla crisi religiosa che sfocerà nel concilio tridentino, continuando con le tavole di Defendente Ferrari, Bernardino Lanino sino alle opere di Moncalvo e alla grande pala di Crivelli commissionata per la chiesa di san Marco in Alessandria sarà possibile intraprendere un cammino nell’arte ed un viaggio nel tempo in un contesto alessandrino crocevia di identità e culture differenti.

Pranzo in osteria del centro per scoprire i piatti della tradizione locale tra cui i “rabaton”.

Nel pomeriggio il percorso prosegue con la visita al Museo Civico a Palazzo Cuttica. I “Percorsi del Museo civico” a palazzo Cuttica di Alessandria conservano, nella sala dei Corali, i libri liturgico-musicali commissionati da papa Pio V – nativo di Bosco Marengo – allo scriptorium pontificio allora dominato dalla statura artistica del croato Juri Klovicic (il cui nome fu romanizzato in Giulio Clovio), che nel 1540 era entrato al servizio del cardinale Alessandro Farnese, nipote di papa Paolo III.

Visita al Museo Borsalino, più di duemila cappelli in mostra: cinema arte e design attraverso il cappello più famoso al mondo. La storica azienda Borsalino, marchio ambasciatore del Made in Italy, fu fondata in Alessandria 166 anni fa. Il cappello Borsalino è sinonimo di tradizione artigianalità ed eccellenza. Tutta la produzione avviene ancora alle porte della città dove, nei nuovi locali della azienda, vengono ripetuti quotidianamente i gesti delle borsaline, le operaie della storica fabbrica.
Al termine sosta in una delle Pasticcerie Storiche della città per degustare una delle specialità di eccellenza a marchio De.Co.
Cena libera e pernottamento in hotel 4 stelle centrale.

Giorno 3

Dopo colazione trasferimento a Bosco Marengo per la visita alla Basilica di Santa Croce e di tutti i santi e al Museo Vasariano.
La chiesa e il convento domenicano di Santa Croce a Bosco Marengo costituiscono uno dei massimi monumenti della storia religiosa e dell’arte del Cinquecento in Italia. La rilevanza di questo complesso travalica la dimensione locale, in quanto frutto dell’ambizioso progetto di un pontefice, Pio V Ghislieri (1566-1572), che a Bosco Marengo era nato nel 1504: il prestigio della committenza si riflette nel valore dell’architettura e delle opere d’arte conservate al suo interno, direttamente collegate alle vicende artistiche del Cinquecento romano e fiorentino, in virtù del coinvolgimento di artisti della levatura di Giorgio Vasari. Dopo quasi due secoli in cui il complesso, dopo la soppressione dell’ordine domenicano, fu destinato a usi impropri che ne favorirono il degrado, le grandi opere di restauro condotte a partire dalla fine del XX secolo hanno restituito alla chiesa e al convento l’immagine di uno dei più grandi compendi della Controriforma.

Su prenotazione possibilità di continuare il tour alla scoperta della provincia di Alessandria con:
- visita al Castello di Trisobbio (da giugno ad ottobre)
- visita al Castello di Rocca Grimalda (dal 15 aprile)
- visita in storica Distilleria Gualco (su prenotazione)
- Visita al Museo dell'Oro e attività esperienziale di Cerca dell'Oro nella Riserva Naturale del Fiume Orba
- visita e degustazione in cantina alla scoperta del Dolcetto di Ovada DOCG

Alessandria preziosa. Un laboratorio internazionale al tramonto del Cinquecento avrà sede a Palazzo del Monferrato di Alessandria, con la curatela di Fulvio Cervini e la progettazione organizzativa di Roberto Livraghi, Direttore di Palazzo Monferrato. L’esposizione è promossa da Camera di Commercio di Alessandria-Asti, Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Comune di Alessandria, Consulta per la valorizzazione dei beni artistici dell’Alessandrino, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo, la Fondazione Slala e l’ATL Alexala.

Un progetto unico realizzato in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, che vedrà confluire ad Alessandria prestiti da parte della Galleria fiorentina, dell'Opificio delle Pietre Dure e da alcuni dei più importanti Musei italiani.

Informazioni ed Orari

Mostra Alessandria Preziosa a Palazzo Monferrato
Giorni e orari d’apertura
Venerdì, sabato e domenica 10-13 e 16-19
Martedì, mercoledì e giovedì su prenotazione

Museo Civico di Alessandria
Giorni e orari d'apertura
giovedì-domenica: 15-19

Palatium Vetus
Giorni e Orari di apertura
sabato e domenica: 9-13 e 15-19

Complesso Santa Croce
Orari del museo:
Giorni e orari di apertura
sabato e domenica 16-19 (orario estivo)
sabato e domenica 10-12 su prenotazione e per gruppi oltre le 20 persone

Museo Borsalino
Giorni e orari di apertura:
Da Giovedì a Domenica 10:00 – 19:00

Tariffe / supplementi

Tariffe a persona a partire da:

€ 285,00 (gruppo di 2 pax)

La quota include:

Due notti di pernottamento in hotel 4 stelle centrale con sistemazione in camera doppia e colazione - ingressi alla Mostra Alessandria Preziosa a Palazzo Monferrato e a Palatium Vetus - visita e ingresso al Museo Borsalino - ingresso a Palazzo Cuttica Museo Civico Alessandria - Visita e ingresso al Complesso conventuale, Basilica e Museo di Santa Croce e di Tutti i Santi - Wine Cocktail Experience - degustazione in pasticceria della città con dolci a marchio De.Co. - pranzo in osteria/ristorante con menù degustazione (bevande e vini esclusi) - assicurazione sanitaria

La quota non include:

Trasferimenti, city tax, esperienza facoltativa ultimo giorno, pranzi/cene non indicati, extra e tutto quanto non indicato nella voce la quota comprende

Eventuali supplementi:

Guida turistica abilitata euro 180.00 HD al giorno

Altro

Formula vacanza:

Gruppi, Individuali

Accompagnamento/guida:

Sì, su richiesta con supplemento

Informazioni