Press Area

ALLA SCOPERTA DI UN TERRITORIO CHE PEDALA

Provare anzi pedalare per credere. Le biciclette le ha messe a disposizione il celebre brand inglese Brompton (leader nel mercato delle bici pieghevoli!) il percorso da testare è stato quello di Piemontebike.eu, portale di riferimento, di cui Alexala è oggi capofila. Così, un gruppetto di giornalisti e tester,  si sono ritrovati nel Monferrato alessandrino per scoprire in bici quanto è concreto e bello il progetto Piemonte Ciclabile

 

 Un territorio da pedalare, da soli, in famiglia o con gli amici. Scoprirlo sulle due ruote, attraverso ritmi lenti e percorsi mappati, godendo di paesaggi suggestivi    (non a caso Patrimonio Unesco), sapori di eccellenza e accoglienza autentica. Un territorio da pedalare per gli espertissimi, sulle orme delle ruote lasciate da Coppi e Girardengo, ma anche per amatori a diversa intensità di pedalata.  

 

È questo il messaggio principale  che sta alla base del progetto di promozione del turismo in bici partito tre anni fa a cura di Alexala e che ruota intorno al sito www.piemontebike.eu, con decine di percorsi geo-mappati nella sezione di Alessandria.

 

Un messaggio che questa volta pedala. L’obiettivo è quello di far meglio comprendere un progetto complesso, che dietro alla sua parte più evidente, della comunicazione e promozione sui media nazionali, ha un’anima di costruzione e preparazione alla accoglienza, un “dietro le quinte” indispensabile per costruire gradualmente, un prodotto in linea con le tendenze più moderne del cicloturismo.  A partire dal legame diretto con le strutture di accoglienza e i tour operator specializzati nel settore e che parlano sia  al mercato domestico che ai turisti stranieri, da molto tempo attratti dalla scoperta dell’Italia su due ruote.

 

Focus del progetto sono infatti i percorsi geo tematici iniziali inseriti nel sito Piemonte Ciclabile , già mappati nella sezione dell’ATL Alessandrina e curati direttamente da Alexala con il contributo diretto del comune di Novi Ligure e che contengono informazioni geo referenziate su lunghezza, pendenza, difficoltà, strutture ricettive, tipologia di strada ecc.. coprono l’intero territorio provinciale e  sono pensati in base anche al legame con la storia e l’identità del percorso stesso, proprio in una logica di fruizione turistica.

 

Per pedalare, anziché parlare o scriverne, per promuovere “da dentro” il territorio,  scoprirlo o riscoprirlo attraverso le due ruote,  Alexala ha invitato alcuni giornalisti  della stampa locale e non, per conoscere  in prima persona questa speciale  proposta formato biker.

 

Lunedì 14 novembre scorso,  la formula che già aveva funzionato con media di settore – stampa turistico e generalista -  si è riproposta proprio con un ribaltamento di prospettiva. Sono stati invitati infatti i giornalisti “del territorio”, per  pedalare insieme ad alcuni colleghi giunti da Milano e condividere il senso dell’esperienza e della riscoperta,  con un test nuovo e divertente.

 

 

Le bici sono quelle di Brompton, azienda inglese leader nel settore delle due ruote pieghevoli, messe a disposizione del gruppo per una pedalata autunnale tra colori unici, paesaggi, sapori e chicche turistiche. Il Gruppo si avvale anche dei “servizi” collegati: dal trasporto delle bici sulla partenza dell’itinerario grazie alla collaborazione di Andrea Cogotti, Taxi Driver, all’utilizzo di una guida mtb specializzata che conosce il tracciato e sa raccontarlo con tutte le sue sfumature, Giuseppe Rossi, vero esperto del Basso Piemonte e di una delle strutture bike friendly al Castello Sannazzaro di Giarole (Al) .

 

Quanto all’itinerario prescelto per questo test, manco a dirlo, è uno dei “classici” proposti da Piemontebike.eu. Naturalmente non tutto l’itinerario schedato, ma una parte: il gruppo ha scelto di pedalare  su un percorso particolarmente  di attualità in questo momento perché parzialmente coincidente con la VENTO, la famosa ciclovia che collega Venezia a Torino, per la quale il territorio si è attivato in ogni modo.